Accesso ai servizi

Martedì, 20 Agosto 2019

Rifacimento facciate: c'è anche il supporto di banche, colorifici e ditte di imbiancatura



Rifacimento facciate: c'è anche il supporto di banche, colorifici e ditte di imbiancatura


Oltre al contributo a fondo perduto a m2 e all’esonero del pagamento COSAP/TOSAP deciso dall'Amministrazione, sarà possibile beneficiare di tassi agevolati per eventuali finanziamenti e di un'ulteriore scontistica per l'acquisto di vernici e lavori di imbiancatura

C'è tempo dal 20 agosto al 30 settembre 2019 per candidare presso il Servizio Tecnico Territoriale di Via De Angeli 109 la propria domanda per beneficiare di un contributo a fondo perduto per gli interventi di tinteggiatura delle facciate degli edifici fatiscenti di Omegna.

Concepita all’interno del progetto di marketing territoriale denominato “Masterplan di Sviluppo Destinazione Turismo”, l’agevolazione a fondo perduto voluta dal Sindaco Paolo Marchioni permetterà di beneficiare fino a un massimale di 5.000 euro per domanda per rifare le facciate degli edifici posizionati all’interno del centro storico, quelli che vanno dal civico 1 al civico 181 di Via F.lli di Dio, e dal civico 1 al civico 33 di Via De Angeli.

Oltre all'esonero dal pagamento dell’occupazione di spazi e aree pubbliche per il posizionamento dei ponteggi per le opere di tinteggiatura, che avrà una durata massima di 30 giorni consecutivi, il Sindaco Paolo Marchioni ha ottenuto un importante contributo anche da parte degli Istituti di Credito locali.
In particolare, il Servizio Marketing di Banca d’Alba, su espresso interessamento del Direttore della Filiale di Omegna, Davide Negri, ha predisposto un plafond dedicato all’iniziativa del Comune. Salvo merito creditizio, i clienti in possesso del nulla osta rilasciato dal Comune che si rivolgeranno a questo importante istituto potranno beneficiare sia di un prestito a condizioni di tasso agevolate sia di spese di istruttoria scontate del 50%.

A sua volta, la filiale di Intesa Sanpaolo diretta da Eliana Fortis, ha indicato con solerzia i nominativi di Cinzia Fortis, Stefano Malvezzi e Laura Guarducci, da considerarsi a disposizione dei cittadini che si rivolgeranno all’Istituto di Credito per un prestito direttamente collegato al rifacimento facciate promosso dall’Amministrazione. Sarà, dunque, possibile interloquire in tempi rapidi con professionisti formati e dedicati, beneficiando, in aggiunta, di un canale preferenziale per la sottoscrizione delle richieste, potendo contare sulla supervisione finale dalla Direzione

Non ultimo, nel “pacchetto agevolazioni” studiato per la città di Omegna rientra anche un'importante scontistica ad hoc concessa all’iniziativa dai colorifici Centrocolore Snc, Cipir Utility Srl, Colorificio Morandi Snc, Walter Spriano e C. Sas, nonché dalle Ditte di imbiancatura, tinteggiatura e decorazioni interne ed esterne del nostro territorio, che hanno risposto favorevolmente all’unisono al progetto.

Tra loro, AC Imbiancature di Alessandro Crivelli, Bassignani Angelo di Gabriele Snc, CDM di Cantarella Mauro, Gaballo Fratelli Snc di Gaballo Luigi & C. e Imbiancature Barretta Davide.

Da qui l’evidente soddisfazione del Primo Cittadino di Omegna: «Oltre a essere grato a tutte le realtà che hanno risposto con entusiasmo e disponibilità a questo importante progetto, sottolineo la volontà deliberata in Consiglio Comunale di finanziare con 18,5 euro a m2 la tinteggiatura delle facciate, compresa la preparazione dei fondi con pitture ai silicati e/o a calce, che salgono a 46,5 euro a m2 per chi opterà anche per il rifacimento completo dell’intonaco eseguito con malta di calce. Inoltre, qualora anche nei prossimi anni il Regolamento andasse a esaurire tutte le richieste delle zone indicate come prioritarie, non esiteremo ad accogliere le domande provenienti anche dalle frazioni di limitrofe».

Le domande ammissibili esaminate dal Servizio Tecnico Territoriale in collaborazione con il Servizio Finanziario saranno inserite in un’apposita graduatoria redatta in base alla data di presentazione e al numero di protocollo.

Il contributo del Comune verrà erogato in un’unica soluzione con apposita Determina Dirigenziale del Servizio Tecnico Territoriale a lavori terminati