Accesso ai servizi

Mercoledì, 05 Febbraio 2020

C’è tutto un mondo attorno al Museo Rodari di Omegna



C’è tutto un mondo attorno al Museo Rodari di Omegna


In un recente sopralluogo effettuato dal Sindaco Paolo Marchioni è emersa una serie di nuove opportunità, che potrebbe interessare nuovi investitori privati

 

Il Sindaco di Omegna, Paolo Marchioni, si è recato nella zona di Via Manfredi e di Piazza XXIV Aprile per un sopralluogo dell’area in cui sorgerà il Museo dedicato a Gianni Rodari nell’anno del centenario dalla nascita del nostro più illustre concittadino.

 

Con lui erano presenti l’Architetto Fabrizio Bianchetti, dello Studio Associato BianchettiArchitettura, e l’Architetto Mauro Vergerio, quest’ultimo in rappresentanza di due società immobiliari proprietarie degli edifici afferenti l’ex Salone Santa Caterina e l’ex Acli.

 

«Quello sottoposto all’attenzione dell’Amministrazione Comunale – spiega Mauro Vergerio, già membro attivo del Tavolo di Lavoro Tecnico nato in seno al Masterplan Destinazione Turismo è un progetto già approvato dalla Soprintendenza, che potrebbe espandere l’area dove sorgerà il Museo. Parliamo di un immobile con un’importante destinazione residenziale e commerciale nel centro di Omegna da sottoporre all’attenzione di eventuali investitori privati, forti sia delle dimensioni sia dell’avanzato stato di progettazione in cui si trova».

 

«Pur al momento concentrati sulla realizzazione dell’opera che abbiamo in cantiere per dare vita al primo Museo interattivo dedicato a Gianni Rodari in Italia – spiega il Primo Cittadino di Omegna –, stiamo valutando un’area che consentirebbe di espandere la zona museale andando a recuperare edifici fatiscenti e ai più sconosciuti proprio nel cuore della città, con un collegamento diretto al Comune, alla riscoperta di scorci assolutamente sconosciuti di Omegna».


C’è tutto un mondo attorno al Museo Rodari di Omegna
C’è tutto un mondo attorno al Museo Rodari di Omegna