Accesso ai servizi

Mercoledì, 25 Marzo 2020

Ritiro pensioni e indennità: le istruzioni di Poste Italiane



Ritiro pensioni e indennità: le istruzioni di Poste Italiane


Le pensioni del mese di aprile verranno accreditate da domani, giovedì 26 marzo 2020, per i titolari di un Libretto di Risparmio, di un Conto BancoPosta o di una Postepay Evolution

 

Il Sindaco di Omegna, Paolo Marchioni, ha chiesto di rendere visibile anche sul sito del Comune le disposizioni inviate per conoscenza da Poste Italiane a Prefetti e Sindaci di tutta Italia.

 

Anche per la nostra Provincia vale, infatti, il DPCM dello scorso 19 marzo, con cui è stabilito che IL PAGAMENTO dei trattamenti pensionistici, degli assegni, delle pensioni e delle indennità di accompagnamento erogate agli invalidi civili di competenza di APRILE, MAGGIO, GIUGNO 2020 è ANTICIPATO.

 

L’ACCCESSO agli sportelli dei soggetti titolari del diritto alla riscossione sarà CONSENTITO anche nell’arco dei GIORNI LAVORATIVI PRECEDENTI al mese di competenza delle prestazioni medesime.

 

Il CALENDARIO relativo alle pensioni del mese di aprile è disponibile nel documento allegato (consultabile anche nella relativa news pubblicata online sul sito www.comune.omegna.vb.it) e sul sito aziendale www.poste.it, dove è pubblicato anche un video online esplicativo. 

Chi volesse conoscere la lista degli Uffici Postali abilitati al pagamento delle pensioni e ottenere le relative informazioni sulle giornate di apertura potrà anche contattare il NUMERO VERDE 800 003322.

 

Infine, i titolari di carta Postamat, Carta Libretto o di Postepay Evolution POTRANNO PRELEVARE I CONTANTI da oltre 7.000 ATM Postamat, senza bisogno di recarsi allo sportello.

 

In piena emergenza da Coronavirus si ricorda, infine, che OGNI CLIENTE È INVITATO A ENTRARE NEGLI UFFICI POSTALI ESCLUSIVAMENTE PER IL COMPIMENTO DI OPERAZIONI ESSENZIALI E INDIFFERIBILI E SEMPRE OSSERVANDO LA DEBITA DISTANZA DI ALMENO UN METRO DAGLI ALTRI PER LA PROPRIA E ALTRUI INCOLUMITÀ.


Documenti allegati:

Ritiro pensioni e indennità: le istruzioni di Poste Italiane