Accesso ai servizi

Martedì, 07 Aprile 2020

Il Comandante Giorgio Martoccia fa suoi i chiarimenti disposti dal Presidente Cirio



Il Comandante Giorgio Martoccia fa suoi i chiarimenti disposti dal Presidente Cirio


Il nuovo Comandante della Polizia Locale di Omegna (contattabile direttamente al numero di telefono 328.0117920) invita alla massima collaborazione per evitare di incorrere in sanzioni salate

 

Insieme al Decreto n. 38 (che istituisce la possibilità per i gestori dei trasporti pubblici NON di linea di effettuare consegne a domicilio di beni, spesa e medicinali) e al Decreto n. 39 (che sostituisce integralmente l’Ordinanza n.36 divulgata ieri), il Comandante della Polizia Locale, Giorgio Martoccia, fa suoi gli ultimi provvedimenti emessi dal Presidente della Regione Piemonte, Alberto Cirio.

 

Nello specifico, l’invito del Comandante (disponibile a essere contattato dalla cittadinanza al numero di telefono: 328.0117920) è di prestare particolare attenzione a quanto contenuto nei chiarimenti di interesse generale al Decreto n. 39 del 6 aprile 2020.

 

Al loro interno si specifica il divieto di ogni spostamento in entrata e uscita del territorio comunale, salvo per comprovate esigenze lavorative, situazioni di necessità o per motivi di salute, compresi gli spostamenti di persone diversamente abili o affetti da disturbi dello spettro autistico.

 

Tutti i volontari impiegati a supporto di attività di Protezione Civile e/o di tipo Socio Assistenziale sono autorizzati – mediante autocertificazione – a spostarsi su tutto il territorio regionale motivando, di volta in volta, l’attualità dello spostamento.

 

Si ricorda, inoltre, che l’attività degli Uffici Pubblici Regionali è sospesa solo in termine di “attività in presenza”. Le funzioni pubbliche, infatti, vengono garantite attraverso il ricorso al lavoro agile, a eccezione delle attività strettamente funzionali alla gestione dell’emergenza in relazione ai servizi indifferibili.

 

Nel caso dei mercati settimanali, come quello che - a Omegna - tornerà a svolgersi regolarmente giovedì 9 aprile, si ricorda che è consentita la vendita di soli generi alimentari, che l’accesso all’area sarà consentito (salvo comprovati motivi di accompagnamento) a un solo componente del nucleo familiare, dovrà essere scaglionata per evitare assembramenti e dovrà avvenire alla presenza della Polizia Locale.

 

Sempre nei chiarimenti di interesse generale al Decreto n. 39 emesso dal Presidente della Regione Piemonte, si sottolinea che NON esiste obbligo di rilevazione della temperatura corporea raccomandando ai clienti di supermercati e farmacie, oltre che ai dipendenti dei luoghi fi lavoro.

 

Le collaboratrici e i collaboratori domestici autorizzati a continuare a svolgere la propria attività sono solo quelli in servizio presso operatori sanitari, personale coinvolto nella gestione dell’emergenza COVID-19 e delle attività che possono rimanere aperte o che non possono ricorrere al lavoro agile, persone anziane, che necessitano di supporto per l’acquisto di generi essenziali o per igienizzare la propria abitazione.

 

Le consegne a domicilio sono da ritenersi consentite a tutti gli esercizi di somministrazione e ristorazione, compresi gli agriturismi.

 

Si ricorda ai professionisti i cui studi restano aperti (perché impossibilitati a ricorrer al lavoro agile), che NON possono incontrare i propri clienti presso il loro studio, se non nel caso di assoluta necessità.

 

Le Agenzie che si occupano di pratiche automobilistiche devono garantire l’apertura al fine di espletare solo le pratiche indifferibili similmente a quanto richiesto agli Amministratori di Condominio, a cui è demandata la gestione e il controllo del patrimonio immobiliare amministrato.

 

Si ricorda, inoltre, che le strutture ricettive di qualunque natura possono continuare a essere operative se erogano ospitalità a tutta una serie di figure chiamate a gestire l’emergenza in atto o da essa coinvolte in prima persona.

 

Infine, oltre a ricordare che i gestori di palestre, centri sportivi, piscine e affini possono effettuare attività di manutenzione ordinaria indifferibili e indispensabili, si ricorda ai proprietari dei cani e di altri animali domestici, che È VIETATO ACCEDERE ALLE AREE DI SGAMBAMENTO ma è obbligatorio rimanere nelle immediate vicinanze del luogo di residenza o domicilio.


Documenti allegati: