Accesso ai servizi

Mercoledì, 29 Aprile 2020

Ancora più sicuro e controllato il mercato settimanale di Omegna



Ancora più sicuro e controllato il mercato settimanale di Omegna


Con un numero costantemente in crescita dei banchi dedicati al settore alimentare, il mercato settimanale di oggi (dove la Polizia Locale, già da due settimane a questa parte, rileva anche la temperatura corporea) aspetta di poter aprire anche ad altre tipologie di prodotto

 

Da 5 giovedì esatti dalla sua riattivazione, il mercato settimanale di Omegna continua a registrare un incremento sia nel numero di espositori sia di clienti.

 

Come riferito dal Comandante della Polizia Locale di Omegna, Giorgio Martoccia: «Siamo arrivati a contare oltre 150 presenze e ci auguriamo che il numero degli utenti possa crescere ulteriormente in considerazione delle misure di sicurezza adottate fin dal primo momento, anche grazie ai volontari della Protezione Civile. Oltre alle transenne e alla puntuale compilazione delle autodichiarazioni, infatti, gli Agenti della Polizia Locale sono impegnati già da tre settimane anche nella rilevazione della temperatura corporea di chiunque si reca presso l’area mercatale».

 

Un’area che, domani (tempo permettendo), vedrà la presenza di ben 17 banchi, al posto degli 11 che, lo scorso 2 aprile hanno accettato la scommessa di tornare a Omegna.

 

Oltre al banco di pane, pizza, focaccia e prodotti da forno, saranno presenti 3 banchi di ortofrutta; 6 di salumi e formaggi; 1 di pesce fresco e specialità fritte; 1 di frutta secca e disidratata e olive; 1 di olive, sottoli e specialità toscane; 1 di baccalà, pesce conservato, sottoli; 1 di dolciumi, caramelle, torte; 1 di carni, polli e specialità allo spiedo, oltre al produttore di salumi e formaggi della Valsesia.

 

A questi, si sarebbero dovuti aggiungere per la prima volta 2 banchi dedicati alla vendita di piante, fiori, bulbi, sementi, e 1 banco per la vendita di detergenti e prodotti per l’igiene personale, ma un più stretto allineamento alle disposizioni contenute al DPCM del 26 aprile ha richiesto di rivedere il nulla osta comunale.

 

Come sottolineato comunque dall’Assessore al Commercio del Comune di Omegna, Mattia Corbetta: «I numeri in crescita sia degli espositori che dei clienti lasciano intendere che la decisione presa dall’Amministrazione Comunale di riaprire il mercato settimanale è stata giusta. Ringrazio per questo importante risultato nel segno di un graduale ritorno alla normalità sia i mercatali sia i volontari della Protezione Civile, così come gli Agenti della Polizia Locale, fin dal primo momento impegnati nella corretta compilazione delle autodichiarazioni che, in tanti, non hanno la possibilità di scaricare e compilare da casa».

Per chi invece potesse farlo, l’autodichiarazione è allegata qui sotto o sul sito del Comune di Omegna, in corrispondenza di questa news.

 

 

 

 


Documenti allegati: