Accesso ai servizi

Lunedì, 24 Gennaio 2022

Lavori pubblici: il piano di interventi previsti per il 2022



Lavori pubblici: il piano di interventi previsti per il 2022


Una fitta serie di lavori pubblici, tra piano asfalti, progetti e riqualificazioni, attende la nostra città nella volontà dell’Amministrazione in carica di concretizzare quanto scritto nel suo Masterplan

Nel segno della concretezza, l’Amministrazione comunale ha presentato ufficialmente il piano dei lavori pubblici destinato a caratterizzare il 2022 appena iniziato. Lo ha fatto in occasione di una conferenza stampa “sul campo” voluta dal Sindaco Paolo Marchioni presso l’area dei Giardini Pubblici lungolago.

Al suo fianco, l’Assessore competente, Stefano Strada che, insieme al Primo Cittadino, ha dato conto della timeline che – a brevissimo – scandirà il piano annuale dei lavori immaginato per la nostra città. Si parte, infatti, dalla via XI Settembre dove è attesa l’imminente apertura del cantiere per realizzare le griglie alle quali sarà affidato il compito di contenere il rischio di danno da inondazione che, ormai periodicamente, minaccia in concreto la Ludoteca del Parco della Fantasia “Gianni Rodari”.

Si aspetta, invece, solo l’innalzamento delle temperature stagionali per dare inizio all’importante intervento di asfaltatura pianificato a Crusinallo dall’incrocio di via per Casale all’intersezione con via Lagostina e per procedere alla nuova asfaltatura di via Mazzini - fino all’incrocio con via Salati, entrambi già assegnati dall’Ufficio Lavori Pubblici del Comune insieme a nuovi interventi di asfaltatura previsti presso alcune frazioni cittadine, per un valore complessivo di 300mila euro. In successione, all’interno del contenitore per la “riqualificazione dei quartieri” inserito dalla Giunta Marchioni nel proprio programma elettorale è, inoltre, prevista la realizzazione del secondo lotto dei lavori di rifacimento del marciapiede di via IV Novembre, per ulteriori 100mila euro di spesa.

«A questi importanti interventi – ha precisato il Sindaco Marchioni indicando un’ampia porzione dei Giardini lungolago – si andranno a sommare quelli progettati proprio per la zona in cui ci troviamo ora. Si parte, infatti, dal restauro del Monumento ai Caduti di viale Garibaldi su cui la Sopritendenza Archeologia, belle arti e paesaggio della Provincia del VCO ha finalmente sciolto la riserva, e che è già stato appaltato, si prosegue - come da Masterplan - alla manutenzione straordinaria del pontile di attracco utilizzato dalla Navigazione pubblica, a cui si affiancheranno due nuovi pontili rispettivamente adibiti al servizio di Taxi Boat e alle imbarcazioni private provenienti da altre parti del lago, che qui potranno attraccare portando i loro visitatori nei locali e per le vie di Omegna a mangiare, passeggiare, fare shopping o il pieno di cultura beneficiando di una serie di servizi aggiuntivi finora inesistente».

A completamento di questa visione di “progettazione” in chiave turistica della nostra città va, infatti, letto e inserito un secondo importantissimo lotto di lavori per la ri-qualificazione dei Bagni Pubblici in parte finanziato con i soldi del demanio e in parte con un mutuo del valore di 150mila euro. Come spiegato da Stefano Strada, Assessore comunale competente: «Previa autorizzazione degli uffici della Soprintendenza, da cui stiamo attendendo una risposta positiva al progetto presentato, l’attuale struttura che si trova lungolago verrà riconvertita per trasformarsi in un InfoPoint turistico all’altezza delle aspettative e delle aspirazioni della nostra città, mentre nella zona antistante una struttura separata con tre bagni automatici e autopulenti fornirà un servizio puntuale a residenti e visitatori».

Non ultimo, nel piano 2022, figurano anche i lavori per il prolungamento della passerella sul canale della Nigoglia (Azione 2 Bando Emblematico Fondazione Cariplo), per un valore superiore ai 250mila euro, mentre è ancora in fase di approvazione definitiva la progettazione per la riqualificazione di piazza XXIV Aprile (Azione 4 Bando Emblematico Fondazione Cariplo), per un ammontare di 97.400 euro.

Ancora in chiave “turistica” va, infine, letta la volontà di realizzare i varchi per il controllo dell’accesso autorizzato in zona ZTL, attualmente in attesa dell’autorizzazione del ministero delle infrastrutture e della mobilità sostenibili, che estenderanno anche a Piazza Mameli la Zona a Traffico Limitato decisa dall’Amministrazione comunale in determinati periodi dell’anno.