Comune di Omegna - Provincia del Verbano-Cusio-Ossola - Piemonte

Percorso di navigazione

Ti Trovi in:   Home » In evidenza » RIMOZIONE DEGLI APPARECCHI PER IL GIOCO di cui all’art. 110, commi 6 e 7 del r.d. 773/1931 – Legge Regione Piemonte 9 maggio 2016, n. 9 “Norme per la prevenzione e il contrasto alla diffusione del gioco d’azzardo patologico”

Stampa Stampa

NEWS ED EVENTI

RIMOZIONE DEGLI APPARECCHI PER IL GIOCO di cui all’art. 110, commi 6 e 7 del r.d. 773/1931 – Legge Regione Piemonte 9 maggio 2016, n. 9 “Norme per la prevenzione e il contrasto alla diffusione del gioco d’azzardo patologico”


RIMOZIONE DEGLI APPARECCHI PER IL GIOCO di cui all’art. 110, commi 6 e 7 del r.d. 773/1931 – Legge Regione Piemonte 9 maggio 2016, n. 9 “Norme per la prevenzione e il contrasto alla diffusione del gioco d’azzardo patologico”


L'Ufficio Attività Produttive informa:
RIMOZIONE DEGLI APPARECCHI PER IL GIOCO di cui all’art. 110, commi 6 e 7 del r.d. 773/1931 – Legge Regione Piemonte 9 maggio 2016, n. 9 “Norme per la prevenzione e il contrasto alla diffusione del gioco d’azzardo patologico”.

La legge regionale 9/2016 “Norme per la prevenzione e il contrasto alla diffusione del gioco d'azzardo patologico” è il provvedimento varato dal Consiglio regionale del Piemonte contro la ludopatia e per prevenire i danni, spesso devastanti, che il gioco d'azzardo compulsivo provoca su fasce di popolazione poco difese, come giovani e anziani.

Con questa legge regionale, entrata in vigore a maggio del 2016, si è stabilito che gli esercenti che gestiscono apparecchi da gioco di cui all’art. 110, commi 6 e 7 del r.d. 773/1931 collocati all’interno di esercizi pubblici e commerciali, di circoli privati ed in tutti i locali pubblici od aperti al pubblico si devono adeguare a quanto previsto dalla normativa entro diciotto mesi successivi alla data di entrata in vigore della stessa quindi entro il 20 novembre 2017.

In particolare si devono adeguare a quanto disposto dall’art. 5 della LR che prevede che è vietata la collocazione di apparecchi per il gioco di cui all’art. 110, commi 6 e 7 del r.d. 773/1931 in locali che si trovano ad una distanza, misurata in base al percorso pedonale più breve, inferiore a cinquecento metri da:

a) Istituti scolastici di ogni ordine e grado;
b) Centri di formazione per giovani e adulti;
c) Luoghi di culto;
d) Impianti sportivi;
e) Ospedali, strutture residenziali o semiresidenziali operanti nell’ambito sanitario o socio sanitario;
f) Strutture ricettive per categorie protette, luoghi di aggregazione giovanile ed oratori;
g) Istituti di credito e sportelli bancomat;
h) Esercizi di compravendita di oggetti preziosi ed oro usati;
i) Movicentro e stazioni ferroviarie

Pertanto i titolari di esercizi pubblici e commerciali, di circoli privati e di tutti i locali pubblici o aperti al pubblico in cui sono collocati apparecchi da gioco di cui all’art. 110, commi 6 e 7 del r.d. 773/1931, devono provvedere a rimuovere tali apparecchi se il loro esercizio si trova a meno di 500 metri dai luoghi indicati  entro il    

20 novembre 2017

 

commercio@comune.omegna.vb.it

0323 868433







 

Riferimenti del comune e Menu rapido


Comune di Omegna, Piazza XXIV Aprile, 18
28887 Omegna (VB) - Telefono: 0323 868411 Fax: 0323 643569,
IBAN Conto di tesoreria - Pagamenti Generici: banca intesa san paolo spa IT49D0306945550100000300003 Codice Unico Ufficio: UFUJVT

C.F. 00422730036 - P.Iva: 00422730036
E-mail: comune@comune.omegna.vb.it   E-mail certificata: comune.omegna@legalmail.it