Accesso ai servizi

Venerdì, 08 Maggio 2020

A Omegna la Biblioteca consegna a domicilio libri e film a tutti



A Omegna la Biblioteca consegna a domicilio libri e film a tutti


Parte oggi e sarà attivo fino al 18 maggio il servizio “Io leggo a casa!” per la consegna a domicilio gratuita di libri e DVD a cura delle biblioteche del VCO

 

Si chiama “Io leggo a casa!” il nuovo servizio promosso dalle biblioteche del VCO che, da oggi e fino al prossimo 18 maggio, consentirà a chiunque lo desideri di richiedere la consegna a casa di fino a 5 libri e 2 DVD alla volta provenienti dalle biblioteche del VCO.

 

Dopo aver prontamente assicurato la lettura gratuita via web di oltre 50.000 titoli, il nuovo servizio messo a punto dal Sistema Bibliotecario apre, dunque, nuove opportunità di lettura a chiunque sia interessato.

 

Attuato nel pieno rispetto delle norme di sicurezza imposte anche nella fase 2 della pandemia ancora in atto, “Io leggo a casa!” si richiede dal lunedì al venerdì, semplicemente telefonando dalle ore 9 alle ore 12 al numero 0323.887234.

 

Scegliendo i titoli di interesse dal catalogo www.bibliotechevco.it sarà possibile concordarne la consegna direttamente al proprio domicilio e il relativo ritiro, sempre contattando la biblioteca: il personale e i volontari del servizio civile lavoreranno con le mascherine e i libri saranno consegnati e ritirati in apposite buste, sulla soglia di casa, senza alcun contatto diretto con gli utenti.

 

Chi non è ancora iscritto in biblioteca potrà farlo gratuitamente in occasione della prima richiesta di libri.

 

Il Sistema Bibliotecario fa, infine, sapere che, prima di passare da un lettore a quello successivo, sono lasciati in quarantena per 9 giorni in un locale biblioteca precluso all’accesso.

 

Per Sara Rubinelli, Assessore alla Cultura e all’Istruzione del Comune di Omegna: «L’emergenza sanitaria che, dallo scorso 9 marzo ha imposto la chiusura delle biblioteche e degli istituti culturali, non ha fermato i servizi erogati ma, fin dal primo momento li ha trasformati in servizi da remoto aprendo – di fatto – una fase di ragionamento sul futuro delle biblioteche nel nostro Paese. Sono grata di questo nuovo servizio che, qualora ce ne fosse bisogno, riafferma il valore culturale e sociale delle biblioteche come servizio essenziale per i cittadini di tutte le età».